Corsi Qualità OSHAS 18001:2007

Sistemi di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL)


Il Decreto Legislativo 231/2001
Il Decreto Legislativo n°231 dell'8 giugno 2001 smi, ha introdotto nella normativa italiana la cosiddetta "responsabilità amministrativa delle imprese" per alcuni reati commessi da Amministratori, Manager o Dipendenti. Quindi la responsabilità giuridica per alcuni tipi di reati non è più soltanto in capo alle persone fisiche che hanno commesso il reato, ma anche alle persone giuridiche come le Imprese (nella norma indicate come Enti). I principali reati previsti dal Decreto Legislativo n°231/2001 non sono solo quelli verso le Pubbliche Amministrazioni (come truffa, concussione, corruzione, etc) e i reati societari (ad esempio falso in bilancio, false comunicazioni sociali, etc), ma anche i reati relativi alle lesioni personali e all'omicidio correlati con la Salute e la Sicurezza nei luoghi di Lavoro.


L'Impresa può essere esentata dalla responsabilità, se e solo se, fornisce prova di aver adottato con efficacia modelli di organizzazione e gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi, di vigilare sull'osservanza di tali modelli e soprattutto se l'ente riesce a provare che il reato è stato attuato da un soggetto che abbia eluso volontariamente ed in maniera fraudolenta i modelli di organizzazione e controllo.



L'Art.30 del Decreto Legislativo 81/08
Il Decreto Legislativo n°81 del 9 aprile 2008 con l'Articolo 30 introduce i modelli di organizzazione e di gestione. Persone giuridiche, Società e Associazioni possono adottare ed attuare un modello di organizzazione e di gestione idoneo ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa. Il modello organizzativo deve altresì prevedere un idoneo sistema di controllo sulla sua attuazione e sul mantenimento nel tempo delle condizioni di idoneità delle misure adottate. Il riesame e l’eventuale modifica del modello organizzativo devono essere effettuati, quando siano scoperte violazioni significative delle norme relative alla prevenzione degli infortuni e all’igiene sul lavoro, ovvero in occasione di mutamenti organizzativi e produttivi anche in relazione al progresso scientifico e tecnologico.


In sede di prima applicazione, i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente:


  • Linee guida UNI-INAIL per un Sistema di Gestione della salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001;



oppure al:


  • British Standard OHSAS 18001:2007



sono ritenuti conformi ai requisiti di cui all' Articolo 30 del D. Lgs. 81/08.




Modello organizzativo e delega di funzioni
Il modello organizzativo deve in ogni caso prevedere, per quanto richiesto dalla natura e dimensioni dell'organizzazione e dal tipo di attività svolta, un'articolazione di funzioni e responsabilità che assicuri le competenze tecniche ed i poteri necessari per la verifica, la valutazione, la gestione ed il controllo del rischio, nonché un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello. Pertanto il datore di lavoro deve predisporre un vero e proprio organigramma per la sicurezza aziendale attraverso un sistema di deleghe che identifichi con precisione i dirigenti ed i preposti.



OHSAS 18001:2007
OHSAS, acronimo di Occupational Health and Safety Assessment Series, identifica una Norma Internazionale che determina i requisiti di un Sistema di Gestione per la Sicurezza e la Salute nei Luoghi di Lavoro.


L'edizione più recente della norma è stata redatta il 1 luglio 2007 a cura del British Standard Intitution e prende il nome di OHSAS 18001:2007.



I requisiti della OHSAS 18001 prendono in considerazione i seguenti aspetti:


  • pianificazione per l'identificazione dei pericoli, la valutazione dei rischi e il controllo dei rischi


  • programma di gestione


  • struttura funzionale e responsabilità


  • formazione, consapevolezza e competenza


  • consultazione e comunicazione


  • controllo operativo


  • adeguatezza dei mezzi e delle procedure per la gestione delle emergenze


  • misurazione, monitoraggio e miglioramento delle prestazioni




La Norma OHSAS 18001 può essere adottata da qualsiasi Organizzazione che desideri applicare un sistema di procedure formali per ridurre i rischi associati alla Salute e alla Sicurezza nell'ambiente di Lavoro per Dipendenti, Clienti e il Pubblico in genere.


L'OHSAS 18001 aiuta le Organizzazioni a far fronte in modo efficacie agli obblighi giuridici in materia di Sicurezza ed igiene, e costituisce, se correttamente implementata e mantenuta, un modello organizzativo e gestionale esimente dalla responsabilità amministrativa dell'ente in caso di infortuni sul lavoro e/o malattie professionali.


L'applicazione di un Sistema di Gestione della Sicurezza conforme allo standard OHSAS 18001:2007 incorpora le prescrizioni del D.Lgs. 81/08 rendendone più efficiente la gestione, ma mettendo l'accento sulla fase di verifica e controllo. In tal modo l'Azienda potrà migliorare l'efficacia e l'efficienza degli interventi esercitando una attività di autocontrollo finalizzata al miglioramento e non semplicemente alla ottemperanza alle leggi.



Certificazione OHSAS 18001:2007
L'OHSAS 18001:2007 è una norma per la quale può essere rilasciata una certificazione di conformità da parte di un Ente terzo (Organismo di Certificazione). La certificazione OHSAS verifica l'applicazione volontaria, all'interno di un'Organizzazione, di un sistema che permette di garantire adeguato controllo riguardo la Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti. Il processo di valutazione prevede due stage di verifica presso l’organizzazione il primo documentale ed il secondo sul campo.



Obiettivo del corso: Il corso ha l'obiettivo di formare i partecipanti al Ruolo di Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (SGSSLOHSAS 18001), fornendo le competenze necessarie per condurre in modo efficace ed efficiente il processo di audit.



Rivolto a: Responsabili delle Organizzazioni coinvolti nei sistemi di gestione della salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro, auditor interni e liberi professionisti.



Requisiti:


  • Diploma di scuola media superiore o titolo superiore


  • Frequenza e superamento di un corso riconosciuto di 16 ore sulla Norma UNI EN ISO 19011 (ultima edizione)



 o, in alternativa,


  • frequenza e superamento di un corso riconosciuto (40 ore) per Auditor Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, aggiornato all’ultima edizione della ISO 19011 


  • Appropriata esperienza di lavoro documentata (2 anni) in attività tecniche e/o nel settore della Sicurezza all’interno di Aziende o Società specializzate nella consulenza sulla Sicurezza.




Programma:
-) Introduzione ai sistemi di gestione:


  • principali sistemi di gestione aziendali (UNI EN ISO 9001:2008 – UNI EN ISO 14001:2006 – BS OHSAS 18001:2007);


  • impostazione del sistema;


  • iter di certificazione:


  • vantaggi applicativi.


  • sistema di gestione integrato Qualità – Ambiente – Sicurezza.




-) Sistema di gestione sicurezza:


  • implementazione ed implicazioni inerenti il D.Lgs. 231/2001 e dell'art.30 del D.Lgs. 81/2008;


  • applicazione del sistema di gestione sicurezza come valore esimente ai reati sicurezza previsti dal D.Lgs. 231/2001;


  • valutazione della conformità legislativa (gap – analisys);


  • analisi nel dettaglio dei principali adempimenti normativi e relativa documentazione di supporto;


  • principali aspetti riguardanti il sistema di gestione sicurezza in accordo con lo schema BS OHSAS:18001/2007;


  • individuazione delle macro tematiche da affrontare per l’impostazione del sistema.




-) Analisi approfondita dei vari punti della norma con particolare riferimento a:


  • valutazione dei rischi (VdR) e individuazione delle misure di prevenzione e protezione;


  • sistematico controllo della conformità Legislativa;


  • individuazione di traguardi e obiettivi e stesura di un piano di miglioramento;


  • analisi degli infortuni / quasi infortuni, con ausilio di tabelle e relativa individuazione di punti critici;


  • principali processi da formalizzare con procedure Aziendali (controllo operativo);


  • gestione della formazione, analisi dei fabbisogni formativi e tecniche di individuazione degli stessi;


  • individuazione emergenze, metodiche per la preparazione e redazione di un piano di emergenza;


  • individuazione e monitoraggio di indicatori Aziendali;


  • riesame della direzione: analisi dei dati di ingresso e uscita; opportunità di miglioramento.




-) Tutti i punti della norma verranno illustrati nel dettaglio con anche le indicazioni fornite dalla norma BS OHSAS 18002:2008 (Linee Guida per l’attuazione della Norma BS OHSAS 18001:2007) e procedure applicative pratiche.



-) Norma UNI EN ISO 19011:2003 : criteri per lo svolgimento delle verifiche ispettive e qualifica degli auditors.


-) Illustrazione di Check list da utilizzare per la valutazione del sistema di gestione.